Il Duomo di Milano si accende

Scritto da: -

Il 28 febbraio, in occasione della prima Via Crucis dell'Arcivescovo, il Duomo si illumina con una speciale videoinstallazione sulla facciata della Cattedrale.

2e74c2cf88f68a68c84e9509abc7ea56.jpg

Una pubblicità virale con manifesti e locandine sparse per la città di Milano ha incuriosito pendolari e passanti. Il termine è fissato per martedì 28 febbraio, mentre tre diversi messaggi recitano: ”Ti illuminera”, ”Ti parlera” e ”Ti rivelera”.

In occasione dell’apertura del cammino quaresimale da parte del Cardinale Arcivescovo di Milano Angelo Scola, per una notte, dalle 20 alle 21, la facciata del Duomo si illumina grazie a uno spettacolare gioco di proiezioni e di luci che ne ricostruisce e ne ridisegna l’architettura, mettendo in evidenza statue che si animano,  celebrando la maestosa bellezza della chiesa simbolo di Milano. L’istallazione luminosa creerà delle illusioni, dando l’effetto che la facciata del Duomo si avvicini al pubblico, rischiarandolo e la sensazione di essere all’interno del Duomo pur essendo all’esterno.

p-1.php.jpeg p-2.php.jpeg p-3.php.jpeg p-4.php.jpeg p.php.jpeg

La tecnica è quella del videomapping, che permette all’edificio di non essere un semplice schermo ma una fonte di contenuti illuminati e animati in 3D. La proiezione, della durata di 6 minuti, inizierà alle 20 di martedì e verrà riproposta ogni 20 minuti, salvo interrompersi per la messa celebrata dall’arcivescovo Angelo Scola.

L’invito, ha spiegato monsignor Luigi Manganini, arciprete del Duomo “è di offrire tante intensità multisensoriali, in maniera che ciascuno colga la sua”.

A costo zero per l’Arcidiocesi, l’evento, 50mila euro, è stato finanziato per tre quarti da IgpDecaux e per la restante parte da AmmiroY2K, che ne ha curato l’idea creativa. Le società coinvolte hanno assicurato che le proiezioni saranno ecologiche, non invasive e nell’evento non ci sarà alcun intento o riferimento pubblicitario

Vota l'articolo:
3.62 su 5.00 basato su 29 voti.